Non ci posso credere!!! Eppure è proprio accaduto!!! Mentre scrivo queste parole un sorriso compare sulle mie labbra. Mai, e poi mai, alzandomi la mattina di questa calda e afosa domenica, avrei immaginato quel che sarebbe accaduto. Ma andiamo per gradi.

Io e Billy (mio marito) ci alziamo e ci prepariamo per raggiungere gli amici e muoverci in direzione di Castelnovo ne’ Monti per partecipare alla gara Il giro della pietra. Come al solito arriviamo un po’ in ritardo, a causa mia naturalmente. Adoro gli orologi specialmente quelli sportivi ma ho decisamente qualche problemino col tempo visto che sono puntualmente in ritardo sugli appuntamenti.

Arriviamo all’impianto sportivo di Castelnovo ne’ Monti dove le iscrizioni avvengono in breve tempo, senza intoppi, e prendo il mio pettorale senza badare al numero. Di solito lo controllo perché mi piace giocare coi numeri a mo’ di cabala ma questa volta no, vedo degli abitanti del pianeta PodNet e mi affretto a raggiungerli per i saluti e le foto di rito.

E’ sempre un piacere rivedere volti noti e conoscere nuove persone. Cresciamo sempre di più ed è bello incontrarci alle gare. C’è anche superdany che rivedo volentieri dopo la maratona di Sommacampagna.

Con i nostri nick name ci sono ancora persone che fanno confusione e ci scambiano, e con questa scusa  chiedo a Stefano Morselli di farci una foto insieme. In verità volevo semplicemente una foto con la simpatica superdany. Ed ancora qui non mi accorgo di nulla…

Via... si parte!

Inizia la gara e con essa le prime salite, ed ancora una volta ho la conferma che sono decisamente una donna di pianura. Faccio una fatica bestiale, il percorso non è congeniale con le mie possibilità, però mi impegno e prima o poi al traguardo ci arrivo anche io. Nel frattempo mi superano in parecchi.

Com’è bello l’Appennino reggiano! La bellezza del paesaggio è un po’ offuscata a causa dell’eccessiva calura che si sprigiona, oppure sono io che comincio a vedere fosco dalla fatica?

A poco meno di 2 km all’arrivo, quando uno meno se lo aspetta, ecco l’ennesima ripida salita. Poi in rapida discesa fino all’arrivo.

Per tagliare il traguardo si deve compiere un giro dell’anello di atletica. Com’è bello correre in pista! Quanti bei ricordi e con questi pensieri sento una nuova energia invadermi.

Mi viene consegnata la formaggina dopodiché vengo chiamata al tavolo dei giudici. Perché? Mi chiedono nome e cognome dicendomi che un altro partecipante alla gara ha lo stesso numero di pettorale. E’ la prima volta che sono coinvolta in un caso di “pettoralomonimia”. Chi sarà?

Solo il giorno dopo e vedendo le fotografie scopro che è… superdany!!! E’ bellissimo!

Per coloro che ancora ci confondono arriva un aiutino: guardate la foto e… col pettorale 256 dani e col pettorale 256 superdany.

Tutto chiaro?