Eh no, Signori Organizzatori della Maratonina di Cremona, non ci siamo proprio… come fa il povero Sciancato a scrivere uno dei suoi soliti articoli parodistici prendendo spunto dalle magagne e dalle manchevolezze di una corsa, quando Voi organizzate una manifestazione talmente perfetta e gratificante per chi vi ha partecipato che il solo pensare di non parteciparvi ancora negli anni futuri sarebbe un crimine abominevole? Dove trovo gli spunti per iniziare la consueta giaculatoria descrittiva di situazioni grottesche se non me ne fornite la minima possibilità?
Arrivo a Cremona con un certo ritardo, manca poco più di mezz’ora alla partenza: quando mi presento a ritirare il pettorale mi viene un colpo, la fila è talmente lunga che penso di non fare in tempo… ed invece la velocità della coda è da primato, in pochissimi minuti, per non dire secondi, sono già con il pettorale in mano… 10 e lode.
Devo incontrarmi con alcuni amici residenti a Cremona, e quindi salto l’incontro con i PodNettiani, a cui chiedo scusa per non essermi fatto vivo.
Alle 9.30 puntuale il via lungo la spaziosa Via XX Settembre, il clima è ideale, dopo le piogge dei giorni scorsi c'è un fresco piacevole ed anche il sole lungo il percorso non mi crea i soliti problemi… 10 e lode anche qui, anche se questo aspetto non dipende dall’organizzazione, ma si sa che la fortuna aiuta gli audaci ed il sole bacia i belli (riferito ovviamente agli organizzatori, non a Sciancato…).
Galvanizzato dalla giornata favorevole e dalle sensazioni positive penso che potrei spingere per vedere come reggono le gambe: improvvisamente una voce tuonante che sembra provenire dagli abissi insondabili del tempo e dello spazio mi fa sobbalzare: “Memento mori in Venice Marathon, oh Sciancate…!”
Mi guardo attorno per controllare se anche gli altri podisti abbiano udito la terrificante profezia, quando mi rendo conto che la voce spaventevole altro non è che la mia coscienza di tapascione poco allenato, che, anche se non lo vuole ammettere, deve dare ragione ad Arny che lo metteva in guardia sul potenzialmente letale rischio di correre una maratona dopo solo una settimana da una mezza. Ed allora decido che, se voglio sopravvivere a Venezia tra sette giorni, oggi è meglio stare tranquillo.
Sono aiutato in questo dal tracciato che, tranne due cavalcavia, Ë perfettamente piatto, bene asfaltato e ideale per mantenere un ritmo costante; anche le mandrie di automobilisti, qui di dimensioni ridotte, sono indenni dal morbo della mano pazza (iperestensione parossistica degli arti superiori con incollamento al clacson) e sono tenute docilmente a bada da numerosi e ben preparati volontari sul percorso… altro 10 e lode.
Questa è la prima volta che partecipo ad una corsa indossando la maglietta di Podisti.net: sapendo che Forbes (Fabio Rossi) è lo speaker ufficiale, confido nella sua umana compassione nel caso tagliassi il traguardo con un tempo obbrobrioso…
Lungo il percorso la maglietta viene subito notata dal Rossi (senior) fotografo, con cui scambio un veloce saluto: mi fa un immenso piacere constatare che quando gli dico chi sono, si ricorda immediatamente del mio (sopran)nome…speriamo non si ricordi anche dei miei risultati…!
Ridendo e scherzando (si fa per dire, naturalmente) arrivo al 2o° km: incredibile, oltre ai ristori puntuali ed abbondanti lungo il percorso, questa volta sono disponibili in abbondanza le spugne anche per le retrovie… 10 e lode.
Quando mancano poche centinaia di metri all’arrivo mi rendo conto se non avessi avuto lo spauracchio di Venezia, avrei potuto realizzare un tempo di 6-7 minuti inferiore, comunque va benissimo così: taglio il traguardo con un real time di 1h57', sotto l’imponente torre campanaria più alta d’Europa, fotografato da Rossi senior, con il mio nome urlato nel microfono da Rossi junior, e con il collo adornato da una meritata medaglia al valor tapascionico.. 10 et laude, et magna laude.
Ritiro velocemente la borsa, un pacco gara equivalente alla somma dei pacchi delle ultime 5 maratonine e mi avvio all’adiacente palestra benissimo segnalata per una doccia calda senza alcuna fila per accedervi…10 e lode finale.
A questo punto dovrei dare un punteggio complessivo calcolando la media della somma dei voti parziali: operazione molto semplice e dal risultato evidente anche ai meno ferrati in matematica…!
Maratonina di Cremona: chi c’era ci tornerà, chi non ci sarà se ne pentirà…!