Ciao, io sono

 

                                                                                      

 

 

Lamber per l’allegra combriccola della Brigata Tapasciona. Sono nato a Milano e a Milano risiedo. Sono sposato con Daniela e abbiamo una bimba di nome Lara.

  Dopo 20 anni passati a fare il revisore contabile nella indimenticabile Arthur Andersen, da 6 lavoro in banca dove mi occupo della redazione di una parte del bilancio. Mi piacciono quasi tutti gli sport ma quelli da me praticati, un po’ più seriamente degli altri, sono stati il tennis, il ciclismo e attualmente il podismo. Sono interista e pertanto, con Daniele, bersaglio continuo degli sfottò dei due Gamber milanisti.

Se all’anagrafe civile sono iscritto dal 1 luglio 1961, la mia iscrizione a quella podistica risale al 1998 quando, sull’onda dell’entusiasmo di qualche corsetta domenicale con due amici lungo il naviglio della Martesana, volli iscrivermi all’Atletica Lambro (da qui il mio soprannome!). A novembre mi chiesero se volevo partecipare al campionato sociale e accettai. Non mi dissero che era una 10 km competitiva! Ricordo ancora come fosse adesso il momento dello sparo e io, fortunatamente insieme agli altri due amici, incoscienti come me, soli come nel deserto dopo si e no 100 metri di gara. Nonostante lo scoramento iniziale, tutti e tre terminammo la gara e, addirittura, io riuscii a superare pure una signora poco prima del traguardo.

Niente male come battesimo podistico!

Da allora annoto tutte e gare a cui partecipo (competitive e tapasciate) e il riassunto numerico delle gare corse negli anni è il seguente:

 

Anno

N. Gare

 

1999

10

 

2000

15

 

2001

*

2002

8

**

2003

22

 

2004

35

 

2005

41

 

2006

40

 

2007

43

 

 

Non ho mai corso maratone (chissà mai se lo farò?), mentre la mia prima mezza l’ho corsa nel 2003 alla Certosa di Pavia. Quest’anno ho già corso 10 mezze maratone e …………….non è finita qui.

Se, lavorativamente parlando, ho fatto una discreta carriera, quella in Atletica Lambro è stata entusiasmante: nel 2003 sono stato eletto consigliere e nel 2004 presidente (non per meriti, ma perché non c’era nessuno disposto ad accettare la carica!) e lo sono tutt’ora!

Nel mese di marzo 2005, al termine del Passo del Ciovasso, volli scrivere una cronaca per Podisti.Net per far conoscere, al mondo podnettaro, non solo le maratone e le mezze, ma anche le gare, competitive e non, che bravi organizzatori con tanta passione organizzano ogni domenica.

A quella cronaca molte altre ne sono seguite e sotto trovate l’elenco completo. In una delle prime, ho descritto come era stato il mio approccio al podismo. Ve la ripropongo perché sono in molti che, quando dico che corro, storcono il naso e mi dicono:” ma tu sei matto, io non lo farei mai!” Leggete e meditate gente.

“Non eravamo in 10.000 come a Gualtieri, ma almeno mille sicuramente si, a Robecco sul Naviglio in provincia di Milano per la 27^ Marcia dei Ciliegi in Fiore, divenuta ormai un appuntamento imperdibile per i podisti non impegnati nelle vacanze pasquali. Questa gara, infatti, ha la prerogativa di corrersi sempre il lunedì dell'Angelo. Per me poi questa è una gara particolare, e per spiegare il perché devo fare un salto nel passato di almeno dieci anni. Credo fosse il giorno di pasquetta del 1993 o 1994 quando accompagnai a correre qui Daniela, mia moglie, e mentre eravamo in macchina non mi riuscivo a spiegare il perché bisognasse alzarsi così presto per andare a correre in un posto così sperduto e il mio stupore aumentò nel vedere quanta gente fosse lì in maglietta e pantaloncini al freddo nell'attesa della partenza. Confesso che allora il mio pensiero fu: questi sono tutti matti!
Bene, sono passati un po' di anni e Daniela, che è sempre mia moglie, corre solo in palestra, mentre invece sono io a essere entrato nel mondo dei "matti" che tutte le domeniche mattina, con il sole, la pioggia e persino la neve, si alza presto per andare a correre, ma, posso assicurare, è un bel mondo!”

E ora, con la Brigata Tapasciona, a quel racconto posso dare anche un seguito che recita: questo è un bel mondo dove si possono incontrare tipi strani e un po’ matti, ma sicuramente Grandi Persone!

Ciao

Fabio-Lamber

   

* fermo per nascita figlia

** fermo per fascite plantare

 

 

Le mie cronache.

 

Se mi vuoi scrivere direttamente: lamber@brigatatapasciona.net