“Dopo ogni maratona (anche mezza e ultra) una bella birra fresca”

Sin dalla prima infanzia ho sempre provato un’enorme repulsione per la corsa; persone a me vicine come mio papà e il mio vicino di casa nonché ex allenatore di pallavolo ve lo potranno confermare in qualsiasi momento.

Ho sempre fatto sport come nuoto, sci e pallavolo e durante la preparazione atletica di quest’ultimo, erano previsti allenamenti al campo sportivo con allunghi, scatti e fondo: non appena l’allenatore si girava io camminavo…di correre non ne avevo nessuna intenzione.

Poi improvvisamente al cambio di secolo, ho deciso di partecipare ad una corsetta di ben 6km che si svolgeva nel mio piccolo paese, contagiata da amici che correvano e che la organizzavano.

Terminata la corsa mi sono sdraiata sull’asfalto….distrutta.

Da qui l’iscrizione ad un gruppo podistico di Bovolone: GMP Gli Sbandati e l’incontro con una persona a cui mi affezionerò molto Graziano; ricordo che sentivo parlare di Maratona e ascoltavo a bocca aperta chi raccontava di averla fatta (vi sembrerò buffa ma io non ne sapevo proprio nulla).

Nel 2001 partecipo alla mia prima maratona, senza allenamento e correndo solo la domenica: Roma ed è amore: da questo momento in poi ogni volta sento parlare di maratona mi si illuminano gli occhi.

La correrò insieme alla persona che sarà la mia “guida” fisica ora spirituale  per le corse successive.

Nello stesso anno correrò 6 maratone di cui 2 competitive: Roma e Venezia; le altre sono non competitive e in montagna.

Nel 2002 le maratone saranno 10, 4 competitive: Ferrara, Padova, Sommacampagna e Venezia, le altre in montagna.

2003: Padova; Verona, New York e 3 in montagna.

2004: Padova, Sommacampagna, Verona e 1 in montagna.

2005: Piacenza, Padova, Sommacampagna, Verona.

2006: Treviso, Padova, Sommacampagna, Verona, Reggio Emilia e 3 in montagna/collina.

2007: Treviso, Padova, Praga, Verona, Reggio Emilia e 3 in montagna/collina.

2008: Treviso, Parigi, Monza-Resegone, Ventasso e 4 in montagna/collina.

Tutte la maratone fatte le ho corse sia per passione sia per realizzare un desiderio: la 100km del Passatore, che si realizzerà nel 2007, aggiungendo all’amore per la maratona quella per le ultra, dopo aver corso nel 2005 la meravigliosa Pistoia-Abetone.

Mi sono detta: ”se sopravvivo alla 100km prometto che inizio ad allenarmi”. Nel frattempo mi iscrivo ad un gruppo a cui mi ero molto affezionata: GDS Valdalpone De Megni che ha una bella squadra di “competitivi”, pur mantenendo la mia tessera da Tapasciona con Gli Sbandati.

E così inizio a seguire un programma e arriva qualche “risultato” : un 4.09 h alla maratona di reggio Emilia 2007.

Quest’anno non ho resistito alla tentazione e un po’ per scherzo mi sono iscritta alla 12ore di Ciserano, con l’obiettivo di accompagnare un conoscente alla 24 ore e io di correre, ma senza obiettivi.

E invece quando meno uno se lo aspetta, mi ritrovo a trotterellare per 12ore e ad ottenere (gran colpo di….fortuna) il terzo posto assoluto.

Ma tra i vari sogni nel cassetto ce n’era un altro: correre la Monza Resegone, per questo ringrazierò sempre Marco e Sabrina.

 

Altra nota….mi piacciono tantissimo anzi adoro le medaglie. medaglia medaglia medaglia

Ehm quanto si dilunga questa???

 

Ebbene anche quest’anno mi sono divertita tantissimo (normalmente partecipo a tutte le non competitive della mia zona, sono la maggiorparte), ovviamente anche in altre distanze

Chissà cos’altro mi frulla per la testa….         

Se vi va di leggere qualche mia cronaca ....

50 Km di Sanremo - Tributo a Dorando Pietri

  Monza-Resegone 2008

 Cortina-Dobbiaco 2008

 Marcia Soave 2008

 12 ore per Irene

 24 x 1 ora di San Giovanni Lupatoto 2008

Maratona di Reggio Emilia 2007

Passatore 2007

Maratona di Padova 2007

Montefortiana 2007

Maratona di Verona 2006

Maratona del Custoza 2006

Maratona di Padova 2006

A piè fra le preare 2006

Maratona di Treviso 2006

Montefortiana 2006